Il gatto persiano

Il gatto persiano

Tra le razze più amate, il persiano compare sempre, forse per il suo musetto simpatico, per la sua espressione caratteristica oppure per il suo bellissimo e morbidissimo pelo. Ma non è tutto: ha anche un carattere davvero invidiabile.

Bello, dolce, morbidissimo ed estremamente tranquillo. Il gatto persiano ha tutte le carte vincenti per farsi amare da tutti, bimbi e adulti, e per questo è uno dei gatti più frequentemente scelti dalle famiglie di tutto il mondo. La sua storia ha radici lontane e motiva il suo nome: il persiano fu infatti importato in Europa dal Medio Oriente nel 1600 e oggi, dopo molti incroci, ne esistono circa 180 tipi diversi, a seconda della pezzatura e del tipo di mantello. La sua carta vincente è proprio il pelo: folto e lungo anche fino a 20 centimetri, sulle spalle si trasforma quasi in una criniera morbidissima al tocco. Ma anche gli occhi sono davvero particolari: possono essere color arancio intenso, oppure blu, verdi, o ancora di due colori diversi.

Fisico e carattere del gatto persiano

È un gatto dal fisico tozzo e robusto, di taglia medio-grande, che raggiunge anche i 7 kg di peso corporeo. È cosparso di pelo lungo anche sulle zampe e sulla coda, e ha un collo grosso e un musetto schiacciato. Il persiano è il perfetto gatto da compagnia: ha infatti un carattere tranquillo, che ben si adatta ai ritmi e alla vita da appartamento, e non ha problemi a vivere in case con bambini piccoli. È un gran giocherellone e in più – caratteristica che lo fa preferire particolarmente soprattutto da chi tiene molto ai propri mobili– non è così amante delle scalate sugli armadi e dell'effetto Tarzan su tende e coperte. Il suo punto debole? Gli occhi, così belli ma anche delicati, che vanno puliti ogni giorno a causa della loro tendenza alla lacrimazione.

Il persiano non è un gatto dal grande appetito, proprio per questo si dice che abbia un palato fine, quindi non stupirti se non sembra troppo interessato al cibo. Attenzione però, perché tende a ingrassare facilmente. Cerca di non fargli mancare una buona dose di attività fisica quotidiana, inventando giochi apposta per lui.
È la Gran Bretagna la patria dei gatti persiani: la Regina Vittoria viveva con due persiani blu a Buckingam Palace facendo diventare questo gatto... davvero regale!