Gatto certosino: come riconoscere un cucciolo?

Gatto certosino: come riconoscere un cucciolo?

I gatti si dividono in innumerevoli razze più o meno note. Fra le più amate e note c'è sicuramente quella del certosino: il suo esemplare più tipico è un gatto bellissimo dal mantello interamente grigio-blu e dagli occhi arancioni. Questi due caratteri non sono però sufficienti a identificarlo e spesso portano a sbagliare. Quando si adotta un cucciolo di certosino, quindi, bisogna fare molta attenzione e saperlo distinguere da un qualsiasi altro gatto che abbia gli stessi colori. Un fraintendimento comune, infatti, è quello riguardante il pelo: succede spesso di confondere il certosino con il blu di Russia. Se poi il micio da riconoscere è anche cucciolo, la questione può complicarsi ulteriormente in quanto alcuni tratti dell'adulto possono non essere ancora presenti nel gattino. Per essere certi di ciò che si fa, meglio allora prendere a riferimento gli standard della razza che possono identificare in modo univoco l'esemplare.

I tratti che identificano il cucciolo e l'adulto di certosino

Se il gatto certosino adulto è perfettamente monocromatico, il gattino può avere qualche particolare tigrato, per esempio la coda. Particolarità che poi scompare con la crescita. Ma ci sono, fortunatamente, altre caratteristiche da ricercare: già al terzo mese la pelliccia del cucciolo di certosino è foltissima e munita di sottopelo. È da tenere a mente anche che, quando nasce, ha la testa leggermente più grande del normale. Inoltre, le sue orecchie sono un po' arrotondate e le zampe sono più basse e più robuste rispetto ai gatti europei. È importante poi ricordare che il gatto certosino apre gli occhi per la prima volta molto più tardi rispetto alle altre razze: dopo circa 10 o 12 giorni, mentre l'europeo dopo 4 o 5 giorni. Occorre sempre prendere in esame tutti i fattori che lo possano distinguere, partendo dal pelo ma senza fermarsi a esso. La sua corporatura è massiccia, muscolosa, ma il gatto non risulta goffo, bensì agile ed elegante. I suoi occhi, grandi e rotondi, variano dall'arancio al color cuoio; non sono ammesse tracce di verde. Il collo è corto e forte, la testa è larga e rotonda, con due evidenti guance, mentre il tartufo è sempre di colore blu ardesia.

Il certosino ha un carattere particolarmente riservato e schivo. Non è bene forzarlo al contatto umano ma è meglio aspettare che sia lui a farsi avanti e a decidere di volere le coccole o il gioco.
Il certosino ha un carattere particolarmente riservato e schivo. Non è bene forzarlo al contatto umano ma è meglio aspettare che sia lui a farsi avanti e a decidere di volere le coccole o il gioco.