Gatto si lascia spazzolare contento sulle gambe della sua padrona

Spazzolare il gatto: tutti i benefici

Prendersi cura del pelo del gatto è importante non solo per la sua bellezza ma anche per il suo benessere. Spazzolare il manto degli amici felini è fondamentale sia quando il gatto è a pelo lungo sia quando è a pelo corto: ecco come fare e tutti i vantaggi.

Se hai un gatto, tra le cose che devi fare per lui e per il suo benessere c’è anche l’importante rituale della spazzolatura - effettuata ovviamente con una delle spazzole dedicate a lui disponibili in commercio. Che sia un esemplare a pelo lungo o a pelo corto, prendersi cura del manto del gatto è sempre molto importante.

Una sana e spesso gradita abitudine

L’ideale è cominciare a spazzolare il tuo adorato amico felino fin da piccolo, così che si abitui a questa operazione e impari ad apprezzarla. Per molti gatti, infatti, la frizione che la spazzola esercita sulla cute sortisce l’effetto di un massaggio o di un grattino, e la cosa risulta molto gradita e spesso addirittura richiesta. Come? È semplice: se alla vista della sua spazzola il gatto ci si strofina contro facendo le fusa ti sta inequivocabilmente domandando di utilizzarla su di lui. Evita comunque di spazzolarlo quando è nervoso o se è impegnato nel gioco, perché potresti indisporlo. Meglio approfittarne quando è rilassato, magari un po’ sonnecchiante. In tutti i casi, dopo averlo spazzolato puoi premiarlo con un bocconcino del suo snack preferito per rafforzare il comportamento positivo.

Tutti i vantaggi per la salute e il benessere

Spazzolare il gatto non è solo un’operazione che per alcuni gatti può essere anche piacevole e rilassante, ma è soprattutto un aiuto importante che dai al tuo gatto nella cura del suo bel manto e del suo benessere. Il gatto infatti esegue la toelettatura leccandosi e grazie alla sua lingua rasposa porta via il pelo in eccesso che rimane impigliato nel resto pelo. Spazzolandolo porti via quel pelo, evitando così che leccandolo lo ingurgiti e vada formare i fastidiosi boli di cui prima o poi si dovrà liberare. Ricorda che un valido aiuto alla prevenzione della formazione dei boli di pelo viene dall’alimentazione: un veterinario di fiducia ti saprà consigliare alimenti specifici per gatti dedicati proprio a questo, indicandoti formulazioni ricche di fibre, vitamine e acidi grassi - come Purina One Sterilcat Hairball - grazie alle quali il tuo gatto perderà meno pelo e riuscirà a espellere più facilmente quello che ingerirà.

Inoltre, grazie a regolari sedute di spazzolatura, sarai in grado di monitorare lo stato della sua cute verificando la presenza di eventuali lesioni, forfora o parassiti: anche in questo caso poi il tuo veterinario saprà darti tutti i consigli e le indicazioni del caso.

Quando spazzolare il gatto

Una spazzolata al giorno è consigliabile per i gatti a pelo lungo, anche per evitare che si formino nodi dolorosi che andrebbero poi gestiti diversamente. Nel caso il gatto sia a pelo corto, una spazzolata a settimana è sufficiente.

Consigli e Curiosità

Il gatto che ama essere spazzolato è solitamente esigente e richiede che questa operazione sia eseguita a modo suo: evita di spazzolare la pancia e prediligi testa, collo, cosce, schiena e l’attaccatura della coda.