Quante volte al giorno deve mangiare un gatto?

Quante volte al giorno deve mangiare un gatto?

Età, abitudini, stile di vita e caratteristiche fisiche del proprio animale domestico sono tutti elementi da tenere in considerazione quando si parla di quante volte al giorno deve mangiare un gatto, e di quale sia la giusta quantità di cibo per il tuo pet. Per questo è sempre bene prendere in considerazione tutti questi dati prima di riempire la sua ciotolina preferita, pensando sempre prima di tutto al suo benessere.

Il gattino e i suoi pasti

Fino allo svezzamento e fino ai sei mesi circa un gattino ha bisogno di molte energie: non di un grande quantitativo di cibo, ma di spuntini più ravvicinati, anche tre al giorno. Le dosi dei suoi pasti (secco o umido, dapprima bagnati da latte o acqua e poi gradualmente serviti normalmente) devono essere adeguate in funzione dei suoi fabbisogni nutrizionali, energetici e alla sua età: vengono consigliate dal veterinario e comunque sono indicativamente consigliate sulle confezioni dei cibi per gatti in commercio.

Il pasto del gatto adulto

Una volta divenuto adulto, per un’alimentazione corretta il gatto deve mangiare solitamente due volte al giorno, mattina e sera se viene nutrito con alimentazione umida. Altrimenti la tendenza del gatto è quella di effettuare ripetuti piccoli pasti nell’arco della giornata, soprattutto con gli alimenti secchi. Indicativamente si parla di 40 grammi di cibo umido per gatti al giorno per chilogrammo di peso corporeo, mentre per il cibo secco per gatti il quantitativo totale deve essere diviso per tre. Tale quantitativo va dunque diviso in due pasti. Ma molto dipende dallo stile di vita del gatto: se è sedentario e vive in appartamento, forse sarà necessario diminuire le dosi, pur mantenendo la regola dei due pasti al dì.