Gatta sterilizzata, come accudirla durante la convalescenza

Gatta sterilizzata, come accudirla durante la convalescenza

Tranquillità e alimentazione adattata ai suoi cambiamenti ormonali: la gatta sterilizzata non cambia carattere, ma necessita di alcune piccole modifiche nella sua cura.

Quando la gatta sterilizzata torna a casa

Dopo la sterilizzazione la gatta ritorna a casa bisognosa di coccole e di qualche piccola attenzione in più. Alcune abitudini cambiano e con esse deve variare anche il tipo di cure, dapprima per aiutarla a riprendere rapidamente le abitudini casalinghe e, nel lungo periodo, per poterla mantenere in uno stato di benessere generale, dal pelo lucido al peso giusto, con la giusta energia per saltare e giocare. Questo tipo di intervento è ormai una routine, soprattutto per i suoi innumerevoli vantaggi: riduce l'insorgenza dei tumori mammari, lo stress del periodo del calore ed i pericoli delle fughe repentine. E soprattutto, fa sì che la gatta si mantenga in salute e viva più a lungo.

La convalescenza della gatta sterilizzata

Una volta terminato l'intervento, la gatta torna a casa per affrontare il periodo di convalescenza. Che non presenta particolari rischi: la gatta dovrà solo stare comoda, tranquilla e possibilmente a riposo, per evitare che non sia infastidita dai punti. Per il proprietario, è bene controllare che non lecchi e stuzzichi eccessivamente la zona operata, e nel caso in cui questo avvenisse, i veterinari consigliano di farle indossare un collare elisabettiano per qualche tempo (ma accade in rari casi). Appena terminata la sterilizzazione e tornati a casa, non bisogna invece preoccuparsi se la gatta è particolarmente calma e sta sulle sue: dovrà riabituarsi agli odori casalinghi e riprendersi con tranquillità. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il carattere della gatta non cambia radicalmente dopo la sterilizzazione certo, l'alterazione del suo equilibrio ormonale porterà ad abitudini più tranquille, ma resterà sempre la solita giocherellona, se lo è stata in precedenza.

Nell prime 12 ore dopo l'intervento è meglio evitare cibo e acqua e tenere la gatta al caldo e tranquilla in casa, dandole una coperta morbida su cui riposare, e se non ne è infastidita, una buona dose di coccole delicate.
Il metabolismo basale della gatta dopo la sterilizzazione si riduce circa del 30 per cento. Per evitare il rischio di sovrappeso è necessario che l'alimentazione cambi e si introduca un cibo equilibrato che controlli l'apporto calorico.