Perché non rasare il pelo del cane in estate
Perché non rasare il pelo del cane in estate
Perché non rasare il pelo del cane in estate

Perché non rasare il pelo del cane in estate

In estate il caldo soffocante porta a pensare che il cane debba risentire eccessivamente delle alte temperature sotto la sua folta pelliccia, e per questo si opta frequentemente per una bella e drastica tosatura. Ma è veramente la scelta corretta da fare?

Quando la bella stagione arriva e le temperature iniziano a salire è inevitabile guardare all’amico Fido e domandarsi se sotto tutto quel pelo non stia soffrendo il caldo. Ecco che allora è facile ricorrere alle cure del toelettatore che - magari dopo aver ripulito per bene il cane con un bagno rinfrescante e rigenerante - si adopera per rasare per bene il pelo, con l’intento di fare stare più fresco il cane..

Un taglio necessario oppure no?

Diciamolo pure: tosare il cane non è sempre la scelta migliore. Ci sono casi in cui è necessario al fine di garantire il suo benessere, come ad esempio quando il manto presenta nodi ingestibili con pettine o spazzola, oppure in caso di problematiche legate alla cute che richiedono attenzioni e cure particolari. In linea generale, però, è bene tenere a mente che il pelo del cane funge di per sé da termoregolatore per l’organismo, lo protegge sì dal freddo ma anche dal caldo eccessivo, isolandolo. Le differenze tra la protezione che il prezioso manto offre in inverno rispetto all’estate sono date dalla cosiddetta muta, ovvero la perdita del sottopelo che si ha all’inizio della bella stagione e, successivamente, dal rinfoltimento con l’arrivo dell’inverno. É perciò facile immaginare cosa può accadere nel momento in cui si porta il cane a tosare, pensando di fare la cosa giusta: in realtà molto spesso si rischia di esporlo più facilmente a colpi di calore e anche a scottature.

Quando darci un taglio è una valida opzione

In alcuni casi, tuttavia, una semplice spuntatina o sfoltitura può non essere una cattiva idea: nei cani a pelo lungo, per esempio, può aiutare a preservare il manto più pulito proprio nella stagione in cui le escursioni all’aperto sono più frequenti e quindi la possibilità di raccogliere sporcizia o parassiti è maggiore. È anche consigliabile sfoltire regolarmente il pelo di alcune razze di cani, in particolare quelle a pelo riccio, come i Barboni e i Barboncini, al fine di garantire il loro benessere. Ad ogni modo, è sempre preferibile optare per il consiglio del veterinario quando non si sa come comportarsi: sarà lui a suggerire se e come tagliare il pelo al cane.