gestocane.png
gestocane.png
gestocane.png

Quello che i cani non dicono

La coda tra le gambe, le orecchie dritte, oppure una zampata improvvisa... cosa vuole esprimere il tuo cane con il suo corpo quando si pone in determinate posizioni oppure compie azioni che ci sembrano strane e diverse? Ecco gli atteggiamenti più comuni.

Giocherellone con gli altri: se ama la compagnia dei suoi simili, il tuo cane proverà ad attirare la loro attenzione con una piccola zampata, oppure cercherà di capirne sesso ed età annusandoli, o ancora leccherà loro il muso perché vuole invitarli a giocare. E se vuole giocare proprio con te, lo farà saltellando e abbaiandoti intorno.

Impaurito? Per capire se il tuo cane ha paura, osserva se si rannicchia tenendo la coda tra le gambe e abbassandosi lievemente. In questi casi resterà rigido in attesa. Anche gli occhi raccontano una eventuale paura: in questo frangente sono spalancati e le pupille dilatate.

gestocane.png

Quello strano sbadiglio. Quante volte hai visto il tuo cane sbadigliare? Non sempre è sintomo di stanchezza, anzi: qualche volta significa che ha solo bisogno di un po' di calma, altre volte invece è un segnale che qualcosa potrebbe disturbarlo.

Un momento tranquillo. Se il cane è calmo, la sua coda sarà rilassata così come le orecchie e la bocca. Se è anche sicuro di sé, accompagna questo atteggiamento a uno sguardo dritto verso di te. Un ulteriore segnale della sua tranquillità è data dal grattarsi con la zampa dietro le orecchie.

Aggressivo? L'aggressività è uno dei momenti più facili da comprendere, perché si legge su tutto il corpo. Il cane mostra i denti, il pelo è sollevato e la coda così come le orecchie sono dritte in avanti, come se fosse pronto a sfidare qualcuno.

Eccitazione. Felice, così tanto da essere eccitato per qualcosa: è questa la condizione più comune legata allo scodinzolo continuo, e anche all'abbaiare con toni acuti e in modo ravvicinato.

In difesa. Sempre dal suo abbaiare si capisce se il cane avverte un pericolo. Per mettersi in difesa infatti, per esempio se è di guardia e sente un estraneo avvicinarsi, usa abbaiare continuativamente con tono di voce molto basso.

Come per tutti i linguaggi, anche i cani sanno comunicare dunque, e impararne i segreti è un'arte affascinante, che mette in contatto profondo con il quattrozampe di casa, creando un rapporto ancor più unico e inscindibile.